Fosforescenze recidive

Un paio di persone mi hanno chiesto come sta la mia “tana hobbit” il minuscolo studio flat dove vivo. Sta benone, grazie, è sempre fosforescente come un tempo, anzi, se possibile, è ancora più abbacinante nel suo technicolor sfrenato. A volte mi domando come sia possibile che i miei arredamenti partano da progetti sobrissimi e finiscano invariabilmente per assomigliare a Disneyland… Chiamiamolo il “fattore Paz”, cioè quell’inesplicabile esplosione creativa che subentra, quasi animata di vita propria, non appena l’assennata parte sinistra del cervello si concede incautamente un pisolino.

Comunque, giusto perché si fa prima a farvelo vedere che a raccontarlo, qui una nostalgica foto scattata il primo giorno del mio arrivo…

… e di seguito la situazione odierna. Mettetevi gli occhiali da sole mi raccomando, non vorrei che la vostra vista ne risentisse!

Aggiornamento: riguardando ora il video mi rendo conto che può sembrare un po’ pretenzioso, con un sacco di dettagli che pare più un documentario su un museo che un home video. Non era questa l’intenzione; mi piaceva però l’idea di rendervi partecipi del mio micro-mondo, come se per cinque minuti foste tutti fisicamente ospiti a casa mia. Ecco, prendetevi un aperitivo e un salatino e date pure un’occhiata in giro. :)

.

Annunci
Pubblicato su London life. Commenti disabilitati su Fosforescenze recidive