Notting Hill Carnival (anteprima)

Ogni anno mi dico “non ho proprio voglia di vedermi il canevale” e ogni anno, regolarmente, non riesco a farne a meno e devo scendere in strada. Sarà perché vivendo proprio all’angolo con Ladbroke Grove la musica rimbomba nel mio appartamento come se avessi un dj piazzato in salotto, sarà perché alla fine il buon senso prevale sulla pigrizia (“capita una volta all’anno, perdio! Come fai a perdertelo?”) oppure sarà perché il bagno di folla è un’esperienza galvanizzante (tutti che ti si strusciano addosso, ballando e ridendo, e non c’è proprio verso di restasene da una parte tranquilla, ti ritrovi trascinata nel bel mezzo della strada da sconosciuti che hanno solo voglia di divertirsi); fatto sta che, ebbene sì, anche quest’anno non ho resistito. Ed ho girato pure qualche video, giusto perché con la Lumix non avevo ancora trovato l’occasione giusta per testare la telecamera e mi ero ripromessa di farlo appena possibile. E ho fatto bene, perché le foto (né le parole) possono rendere giustizia all’atmosfera delirante di questa grande festa.

La maggior parte della gente, conosce il carnevale di Notting Hill per gli sfavillanti costumi, i maquillage elaborati e variopinti e… beh, le belle ragazze (e ragazzi): ma il carnevale qui è molto, molto di più. C’è la musica, spettacolare, tribale e indefinibile, moderna rappresentazione delle arie caraibiche, un bizzarro misto di salsa, calypso e pop, serratissima, trascinante, non riesci a stare fermo nemmeno se te lo imponi con tutta la forza di volontà. E poi c’è la gente, meravigliosa, avvolgente, sopra le righe e allo stesso tempo perfetta. Più che un’esibizione, è un gigantesco party di strada. Sarò scontata, ma il carnevale di Londra andrebbe visto (e vissuto): non si può proprio raccontare.

Ho girato in tutto una mezz’ora di filmato che poi, ripulito e tagliato, si è ridimensionato ad una più digeribile decina di minuti. Mi dedicherò a metterlo sul Tubo nei prossimi giorni. Nel frattempo vi propongo giusto una piccolissima anteprima. La sequenza che segue era troppo lunga per venir montata insieme agli altri pezzi ed è un po’ un peccato, perché a me piace veramente tanto. Non succede granché, ma credo renda perfettamente l’idea dell’atmosfera unica che si respira in questi giorni.

Annunci
Pubblicato su London life, Utopian reality, Zootropio. Commenti disabilitati su Notting Hill Carnival (anteprima)