Ludico Nipponico

Qualche giorno fa, durante la pausa pranzo, mi sono ritrovata a riflettere su un fatto apparentemente insignificante della mia infanzia. Quando avevo più o meno 15 anni, con mia madre eravamo solite guardare in tv un gioco Giapponese che definire assurdo è un eufemismo. Non ricordo molto di questo programma, a parte una specifica, unica scena rimasta scolpita nella memoria: una fila di concorrenti, seduti su un lungo carrello, venivano trascinati all’indietro (senza poter vedere dove stavano andando) lungo un percorso zeppo di oggetti sospesi ad altezza testa. Prima si scontravano con una pallina da tennis, poi con un pallone di cuoio, poi con un’anguria e infine con un mattone. Anni dopo, la Gialappas ha riportato in auge questo strano programma con il titolo “Mai dire Banzai” ma il ricordo che ne ho io è molto precedente, trasmesso su una tv privata in lingua originale e senza commenti aggiunti, cosa che lo rendeva, se possibile, ancora più incomprensibile.

takeshis-castle

Questa memoria, veloce com’era venuta, se n’è andata e finito di mangiare sono tornata al mio lavoro. Ma, in qualche remota parte del mio cervello quel pensiero deve aver nidificato perché più tardi, girando per Youtube senza una meta precisa, ho trovato per puro caso un filmato con un gioco molto simile. Al che, incuriosita, ho cominciato a cercare informazioni in rete ed ho scoperto che in Giappone la cultura del gioco è uno dei pilastri portanti della televisione. Appuntati un paio di titoli, ho approfondito l’esplorazione di Youtube ed ho trovato una piccola miniera d’oro. E mentre me ne stavo lì seduta, allibita ed al tempo stesso estasiata dalla visione di quei garruli concorrenti indubbiamente felici di farsi torturare dai sadici ideatori dei programmi, ecco cogliermi una folgorazione improvvisa: ma i Giapponesi sono dei geni! I loro giochi sembrano inizialmente inconcepibili per le nostre puerili menti occidentale e ci appaiono assurdi ma non è affatto così: dopo un po’, entrati nel ritmo e nella logica illogica dello spettacolo, ecco che si trasformano in qualcosa di assolutamente entusiasmante, apparentemente alieno perché prodotto da una cultura totalmente dissimile dalla nostra eppure, allo stesso tempo, atavicamente comprensibile.
Perciò, illuminata sulla strada di Damasco, ho deciso di stilare un piccolo vademecum multimediale dedicato al Giappone ludico nella speranza di tramandare ai posteri la memoria di questi bizzarri spettacoli, vere e proprie pietre miliari della televisione Giapponese -ma non solo-. Yarimashita!!!

Za Gaman
Uno dei primissimi giochi televisivi giapponesi basati su prove di resistenza. I concorrenti, inizialmente in gran numero, sono decimati (letteralmente) nel corso del programma. Le prove sono di un sadismo inenarrabile, viene da chiedersi se il cospicuo montepremio finale sia l’unica ragione che spinge tutta quasta gente a subire allegramente sofferenze ed umiliazioni.

Takeshi’s Castle
Presentato dall’attore Giapponese Takeshi Kitano, Takeshi’s Castle racconta la storia di un conte che stabilisce una serie di incredibili prove sfidando i concorrenti (l’armata nemica) a batterlo e, di conseguenza, a conquistare il suo castello. Questo show, insieme al molto più crudele Za Gaman, è diventato un cult ed è stato esportato in tutto il mondo (“Mai dire Banzai”, ad esempio, è basato su un’antologia di episodi tratti da entrambi gli show, lo stesso vale per decine di altri programmi).

Gaki No Tsukai
Ambientato in una biblioteca, il gioco consiste in una serie di ridicole (e naturalmente, dolorose) punizioni che i concorrenti subiscono tramite la scelta casuale di una carta. Naturalmente, trovandosi in una biblioteca, ogni sofferenza deve essere sopportata in totale silenzio.

Nōkabe
Questo è un gioco a due squadre. In ogni puntata appare come ospite generalmente un unico vero sportivo mentre i restanti concorrenti sono comici. Il gioco è geniale: il concorrente si posiziona al centro dello studio sul bordo di una piscina. Dal fondo della sala vengono quindi fatti scorrere verso di lui degli enormi pannelli di polistirolo dove sono ritagliate delle forme vagamente umane. Il concorrente deve quindi cercare di assumere una posizione simile a quella della sagoma in modo che il pannello, una volta giunto fino a lui, passi oltre senza trascinarlo nella piscina. Più difficile a descriversi che a vederlo, è un programma spassosissimo che adoro!

Kasou Taishou
Più che un vero e proprio gioco, Kasou Taishou è una competizione aperta a particolari gruppi teatrali non professionisti composti da attori, mimi e burattinai. I gruppi si esibiscono in stranissimi sketch, generalmente molto originali e creativi, e ricevono un punteggio da una giuria interna, avanzando nelle varie tappe del gioco fino alla premiazione del vincitore.

Sasuke
Ho tenuto il pezzo forte per ultimo. Sasuke è un gioco sportivo -molto serio, al contrario degli esempi precedenti- trasmesso dalla rete nazionale Giapponese TBS.
100 partecipanti prendono parte alla sfida ed il loro numero invariabilmente si assottiglia col procedere del gioco. Col passare degli anni, le prove fisiche sono diventate sempre più difficili ed i percorsi ad ostacoli sempre più emozionanti.
Personalmente propongo che Sasuke venga aggiunto alle discipline sportive nelle olimpiadi. Altro che skatboard e curling, ma che sono sport quelli? Guardate il filmato e poi ditemi se non è impressionante!

Il pescatore Makoto Nagano, vincitore della 17° edizione nel 2006

Blogs e siti dedicati alla cultura Giapponese, ma prima…

Non potevo resistere… Conoscete le Bento Box? Sì, no? Non importa, basta sapere che sono una parte fondamentale della cultura giovanile Nipponica e che sono troppo belle (e buone…). Confusi? Ovviamente! Ma per capire di cosa si tratta basta visitare questi siti:

Bento Crazyness >>

Happy and fresh Bento >>

BentoBoxes >>

Obento my bento! >>

Blogs sul Giappone (in Italiano)

Youkoso Italia – Il ponte virtuale tra Giappone ed Italia
http://www.youkosoitalia.net/

Questo piccolo grande BANZAI
http://grandebanzai.blogspot.com/

Jappone
http://www.jappone.com/blog/

Bianco, rosso e Giappone
http://biancorossogiappone.blogspot.com/

Nihonstyle – vita e cultura Giapponese
http://nihonstyle.blogspot.com/

Gokiburo, guida al Giappone nascosto
http://gokiburo.wordpress.com/

Siti sulla cultura Giapponese (in Italiano)

Cultura Giapponese
http://www.culturagiapponese.it/

Japan Forever
http://www.japanforever.net/jf/

Casa Zen
http://www.casazen.com/giappone_tradizionale/

Annunci
Pubblicato su The Twilight Zone, Zootropio. Commenti disabilitati su Ludico Nipponico