Peace games collection

In rete i giochi “punta e clicca” sono ormai centinaia e questa lista vuole essere solo una modesta indicazione. In pratica desidero mostrarvi i miei preferiti; se ne conoscete altri che secondo voi meritano una menzione su queste pagine, fatemi avere il link e provvederò ad aggiungerli ai post futuri.

Attenzione: per evitare esaurimenti nervosi, quando possibile, sotto i link dedicati ad ogni gioco ho accluso il “walkthrough” cioè le istruzioni passo passo per risolverlo.

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Amanita Design
Qualche tempo fa, girando come al solito in rete in cerca di tutorials di grafica da studiare e sviluppare per i miei lavori, sono capitata in un sito molto particolare, quello dell’Amanita Design. Si tratta di un piccolo studio di grafica multimediale fondato dall’artista Jakub Dvorsky insieme dall’animatore/programmatore Vaclav Blin. La peculiarità dell’Amanita Design è di presentarsi nel mondo dei videogiochi sviluppando creazioni assolutamente dissimili a qualsiasi prodotto esistente in commercio. Innanzitutto la grafica è sublime.

Le opere di Dvorsky sono qualcosa che si avvicina al sogno, o all’incubo, a secondo dell’atmosfera, mai scontate, mai prevedibili, fiabesche, meditative, ipnotiche, poetiche ed allo stesso tempo divertenti. Lo stile grafico è  un guazzabuglio di tecniche: pittura tradizionale, collage, fotografia, animazioni, il tutto mischiato su una tavolozza che sembra non esaurire mai i colori. Questo incredibile caos creativo è però concentrato verso un’unica, limpida direzione: creare nello spettatore il piacere sublime del giocare per giocare, del seguire senza fretta e senza pericoli il misterioso viaggio del piccolo gnomo dalla papalina bianca interreagendo con le schermate del gioco attraverso semplici azioni “punta e clicca” del mouse.

Il gioco non ha istruzioni, non ha guide che indichino gli obbiettivi da raggiungere per superare i livelli. Ogni singola azione è lasciata alla deduzione del giocatore, il quale, all’inizio, si sentirà del tutto perduto. Ma è una fase momentanea, il tempo di spegnere il cervello, di lasciarsi andare ad un punta e clicca istintivo, e improvvisamente ci si ritroverà in una dimensione rarefatta, che segue regole completamente dissimili da quelle insegnateci fino ad oggi dai classici videogiochi. E non è un caso se i giocatori più rapidi a scalare i livelli siano i bambini: Samorost è creato proprio con lo scopo di risvegliare l’infante che è in noi, che dormicchia in qualche angolo del subconscio annoiato a morte dalle nostre tribolazioni da adulti.

Bene, siete pronti? Spegnete il cervello, mettete la mano sul mouse e… via.

Gioca a Samorost »
(se una volta aperto il sito non vedete l’immagine nella sua interezza, fate click su F11)

A Samorost ha fatto seguito un secondo gioco, chiamato Samorost 2. E’ disponibile in rete gratuitamente una versione leggermente ridotta (anche se assolutamente godibilissima) di quella pagamento.

Gioca a Samorost 2 »

Jakub Dvorsky e Vaclav Blin hanno anche creato un piccolo, adorabile gioco per il gruppo musicale Polyphonic Spree chiamato Quest for the Rest.

Gioca a Quest for the Rest »

Aggiornamento: dopo due anni di duro lavoro, è finalmente stato pubblicato Machinarium. Qui sotto potete vedere il trailer mentre sul sito ufficiale» è possibile giocare con una versione demo gratuita.

Il sito dell’Amanita Design è qui »
Per accedere ai suoi menu è necessario utilizzare un po’ di inventiva (come nei loro giochi).

Intervista a Jakub Dvorsky su Webesteem magazine »
Intervista a Jakub Dvorsky su GameSetWatch »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Submachine
Un giochino facile facile creato da Mateusz Skutnik. Vi farà capire in modo indolore la logica dei “punta e clicca”.

Gioca a Submachine »
*Walkthrough e soluzione* (video) »

Il sito di Mateusz Skutnik (con molti altri giochi della serie Submachine)
http://www.pastelportal.com/stories/the-submachines/

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Treasure Box e TBC Museum
Creati dalla folle penna di Wada Che Nanahiro, questi due giochi si discostano considerevolmente dagli altri punta e clicca. Treasure Box ricorda vagamente (anche nell’assurdità) i cartoons dei “Monty Python”. Interessante, anche se non semplicissimo da risolvere (ma comunque più che fattibile) vi farà grattare la testa per un buon quarto d’ora. La grafica, inoltre, è strepitosa.

Gioca a Treasure Box »
Attenzione: su alcuni browser, il gioco sembra avere un piccolo bug: se verso la fine vi ritrovaste con uno schermo vuoto, fate click a casaccio nella pagina, l’animazione (e il gioco) continuerà.

*Walkthrough e soluzione* qui »

Gioca a TBC Museum (ci vuole un attimo prima che appaia il gioco, siate pazienti) »
*Walkthrough e soluzione* qui »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Synapsis
Veramente bello da un punto di vista sia grafico che di gioco, questo gioiellino non è facilissimo (certe sequenze di azioni non sono propriamente intuitive) e metterà alla prova la vostra pazienza.

Gioca a Synapsis »

*Walkthrough e soluzione*
Lo trovate nel gioco stesso, a destra in basso nella schermata introduttiva.

Il sito della Robot Jam (con altri giochi)
http://www.robotjam.com/index.html

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Automaton
Creato da Fredrik Strøm (Littlenorwegians), Automaton è uno dei primi giochi punta e clicca mai realizzati. Non solo la grafica in stile steampunk è piacevole da guardarsi ma le musiche e le atmosfere sono veramente struggenti. La logica del gioco risulta abbastanza macchinosa, sopratutto perché spesso è difficile capire cosa bisogna fare per completare i livelli. Sia come sia, questi gioiellini meritano di essere giocato e ammirati perché (oltre ad essere divertenti) rappresentano gli albori dei giochi in flash.

Gioca a Automaton: Introduction »
*Walkthrough e soluzione* qui (scendete al terzo commento) »

Gioca a Automaton: part 1 »
*Walkthrough e soluzione* qui »

Gioca a Automaton Part 2 – Mr. Crumpet »
*Walkthrough e soluzione*
Al momento ho trovato un solo walkthrough. Lo trovate in fondo a questa pagina » negli ultimi commenti al post.

La pagina di Deviantart di Fredrik Strøm
http://littlenorwegians.deviantart.com/

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Gateway
Creati da Anders Gustafsson, questi giochi sono ambientati un un mondo stilizzato popolato solo da robot.

Gioca a Gateway 1 »
*Walkthrough e soluzione* qui »

Gioca a Gateway 2 »
*Walkthrough e soluzione* qui »

Il sito di Anders Gustafsson (dove potete trovare altri giochi)
http://cockroach.se/

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Orisinal
L’artista Ferry Halim ha realizzato una serie di minuscoli giochi, tutti deliziosi nella grafica e nel poetico significato. I disegni e sopratutto le animazioni sono splendide.

Home Page di Orisinal con il menu dei giochi
http://www.ferryhalim.com/orisinal/

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

SkyFish e Kao Fu-Sen
Creato dall’artista Syougo Maruyama, SkyFish, più che un vero e proprio gioco, è un ludico passatempo Un uomo-pesce-volante crea musica scontrandosi con oggetti assurdi che galleggiano nel cielo.

Purtroppo al momento SkyFish sembra scomparso dal web. Lascio comunque il post in modo da poter aggiornare il link non appena Syougo Maruyama riaprirà il suo sito.

Kao Fu-Sen, invece, è un delirante punta e clicca. Ritroverà la piccola bimba in rosa la sua testa peduta?

Gioca a Kao Fu-Sen »
*Walkthrough e soluzione* qui »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Bow Street Runner *Attenzione: è necessario capire l’inglese per giocare*
Questo gioco è stato realizzato da Chanel 4 come pubblicità per il lancio del serial storico/poliziesco “City of Vice”: il gioco è ambientato nella Londra Georgiana del 1750 e segue le investigazioni di uno dei primi agenti del Corpo di Polizia (fondato appunto nel 1750).

Gioca a Bow Street Runner »
*Walkthrough e soluzione* qui »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Fly Guy
Di una semplicità disarmante, questo gioco dell’artista in odore di hip hop Trevor Van Meter non è nemmeno un gioco ma piuttosto uno scacciapensieri. Siete un impiegato costretto a vivere nel mondo reale dal fato crudele. Ma chi lo dice? Basta spiccare un bel salto e vedere fino a che altezza si riesce a volare.

Gioca a Fly Guy »

Il sito di Trevor Van Meter
http://www.trevorvanmeter.com/

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

The Phone *Attenzione: un minimo di conoscenza dell’inglese è consigliata*
Molto divertente anche se è un giochino facile facile (o chissà, magari proprio per questo) The Phone si compone vari quadri di gioco che possono essere scoperti ed esplorati solo riuscendo a trovare di volta in volta i giusti numeri di telefono nascosti all’interno dei quadri stessi.

Gioca a The Phone »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Cat Hunter e Hoshi Saga
Yoshio Ishii è un creatore Giapponese di giochi grafici fin dagli albori del Flash ed è molto famoso fra i programmatori. Il suo più celebre giochino, soprannominato Cat Hunter (perché il titolo originale è praticamente impronunciabile per noi occidentali, Shippu Neko Shiyuutingu) è un punta e clicca -o meglio dire un “tieni premuto il pulsante del mouse e spara all’impazzata”- dove un gattino stilizzato deve difendersi da una serie di gatti nemici. Divertente, oltre che per l’assurdità del tema, anche per la delirante colonna sonora.

Gioca a Cat Hunter »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Hoshi Saga è un puzzle molto più raffinato del primitivo Cat Hunter. L’alchimia è semplicissima, tanti schemi ed una stellina nascosta in ogni schema da trovare per completare il livello. Yoshio Ishii disegna una grafica particolarmente elegante, pulita e soffusa che aumenta il piacere del gioco. Estremamente rialssante e divertente.

Gioca a Hoshi Saga »
*Walkthrough e soluzione* (gioco 1 e 2) in italiano »

Gioca a Hoshi Saga 2 »
*Walkthrough e soluzione* (gioco 1 e 2) in italiano »

Gioca a Hoshi Saga 3 »
*Walkthrough e soluzione* qui »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Haluz
Haluz e Haluz 2 sono due giochi dichiaramente ispirati ai Samorost della Amanita Design. Al contrario però di tante brutte imitazioni, il fotografo Tomas K. è riuscito a creare una piacevole atmosfera ed una serie di interessanti rompicapo.

Gioca ad Haluz »
*Walkthrough e soluzione* qui »

Gioca ad Haluz 2 »
*Walkthrough e soluzione* qui »

Il sito di Tomas K.
http://www.haluz.eu/

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Makibishi Comic
Bellissimo gioco, sia da un punto grafico che sonoro ed un plauso all’inventiva dimostrata dai programmatori. Cinque ninja si nascondono in ogni schema ma trovarli non è un’impresa facile. Molta cura è stata dedicata alla suddivisione delle varie parti dei fondali in prospettive diverse e questo crea un effetto tridimensionale durante gli scorrimenti del mouse che è incantevole (anche se, a lungo andare può dare un po’ fastidio, dato che l’inquadratura ondeggia continuamente). Inoltre, esplorando le varie scene e cliccando quando il gioco lo permette, si aprono dei piccoli giochi nel gioco ed il divertimento si moltiplica. Difficile, ma semplicemente meraviglioso.


Gioca a Makibishi Comic (ci vuole un attimo a caricarsi, pazientate) »
*Walkthrough e soluzione* qui »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

The Great Escape
Questi brevissimi giochini disegnati da Mateusz Skutnik (prolifico autore della serie Submachine) sono facili sì, ma non troppo… In realtà lo scopo è semplicissimo, evadere dalla stanza: il problema sta nel riuscire a trovare i giusti oggetti da utilizzare.

Gioca a The Great Kitchen Escape »
*Walkthrough e soluzione* (video) »

Gioca a The Great Living Room Escape »
*Walkthrough e soluzione* (video) »

Gioca a The Great Bathroom Escape »
*Walkthrough e soluzione* (video) »

Gioca a Great Basement Escape »
*Walkthrough e soluzione* (video) »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

The fog fall
Sempre da Pastel Games e dall’inventiva geniale Mateusz Skutnik (The Great Escape), The fog fall racconta le giornate di un sopravvissuto al disastro nucleare richiuso in un cupo e triste rifugio atomico in attesa che le radiazioni in superficie scendano a livelli tollerabili. Claustrofobico.

Gioca a The fog fall »
*Walkthrough e soluzione* qui »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

The Visitor
Un piccolo, tenero, viscido baby Alien assetato di sangue arriva sulla terra in un meteorite. Riuscirà la strisciante creatura a far esplodere (dall’interno) l’intera razza umana? Deliziosamente macabro.

Gioca a The Visitor »
*Walkthrough e soluzione* qui »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Amateur Surgeon *Attenzione: è necessario capire l’inglese per giocare*
Questo piccolo rompicapo è perfetto per chi -come me- ha passato da bambino interi pomeriggi giocando col “l’allegro chirurgo”. Un pizza-delivery boy, viene istruito alla disciplina medica utilizzando strumenti… non proprio sofisticati. Bloody addictive!

Gioca a Amatour Surgeon »
*Walkthrough e soluzione* qui »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Tipping Point *Attenzione: è necessario capire l’inglese per giocare*
Tipping Point è un mistery game scritto e realizzato da Dan Russell-Pinson con la scusa di “fare pratica con il Flash”. Alla faccia della pratica (aggiungo io); il gioco è graficamente -e concettualmente- notevole! Nel menu d’ingresso è possibile scegliere tra uno stile di gioco più rilassato (senza limiti di tempo) ed uno un pochino più stressante (a tempo). Se iniziate dal primo gioco, non c’é bisogno di passare poi agli altri capitoli manualmente; finito uno schema partirà automatica-mente il successivo. Difficile, ma ringraziando il cielo il walkthrough è fatto bene!

Gioca a Tipping Point Chapter 1 »
*Walkthrough e soluzione* qui »

Gioca a Tipping Point Chapter 2 »
*Walkthrough e soluzione* qui »

Gioca a Tipping Point Chapter 3 »
*Walkthrough e soluzione* qui»

Gioca a Tipping Point Chapter 4 »
*Walkthrough e soluzione* qui »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Deep Chalk 1 e Deep Chalk 2
Ora io questi due giochi creati da Zack Stone ve li propongo perché ritengo che siano graficamente affascinanti. Devo però essere onesta: per me sono difficilissimi. Personalmente riesco a resistere appena una decina di minuti di fila, dopodiché mi viene un’attacco di nervi! Eppure, nonostante tutto, continuo a giocarci, giorno dopo giorno. Mah, ma una ragione ci sarà… Perciò, dopo lunga riflessione, ho deciso di includerli in questa lista. Meravigliosamente insopporta-bili.

Gioca a Deep Chalk 1 »
*Walkthrough e soluzione* (video) »

Gioca a Deep Chalk 2 »
*Walkthrough e soluzione* (video) »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Sprout
Creato dal Kiwi Jeff Nusz, questa piccola avventura sembra uscire da un quaderno di un bambino delle elementari e non si può negare che parte del piacere nel giocare sta proprio nel muoversi in questi panorami scarabocchiati. Anche la meccanica del gioco, però, è intrigante.

Gioca a Sprout »
*Walkthrough e soluzione* (video) »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Shift
Shift è un gioco veramente breve (appena due livelli) ma molto grazioso. Il sonoro è piacevole (grilli notturni e una musica vagamente new-age) così come i disegni/collage dei fondali. Nonostante l’apparente semplicità, un paio di rompicapo richiedà qualche minuto per venire risolto.

Gioca a Shift »
*Walkthrough e soluzione* qui » (cercate “show spoiler” quasi in fondo alla pagina)

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

99room
Stavo girando in rete per la periodica caccia ad i nuovi giochi punta e clicca (è un lavoro duro ma qualcuno deve pur farlo) quando sono inciampata in questro stranissimo 99room che mi ha letteralmente ipnotizzato per almeno un’ora. Al che ho pensato che gli artisti responsabili, il gruppo tedesco Rostalaub, meritassero uno spazio un po’ più ampio del solito.

99rooms01

Iniziamo subito col dire che questo gioco non è un vero e proprio gioco quanto una specie di installazione artistica virtuale. L’ambientazione è particolarissima; si tratta appunto di 99 stanze, inquietanti perché fatiscenti, cupe e sporche, eppure, allo stesso tempo, ipnoticamente piacevoli da guardare al punto che, personalmente, sono dovuta arrivare alla fine prima di riuscire a smettere.

99rooms02

Le fotografie sono state scattate tutte a Berlino Est e raffigurano fabbriche, officine, uffici e negozi smantellati. Queste sono le “promesse non mantenute del settore industriale di Berlino Est”, spiegano i Rostalaub. Le apocalittiche immagini sono state successivamente rielaborate attraverso l’uso di “falsi” murales ed il tutto poi ha assunto forma concreta grazie all’animazione ed alla trasposizione in flash del progetto.

99rooms03

La parte sonora edita da Johannes Bünemann è suggestiva, cupa, disarmonica, con guizzi melodici improvvisi che a tratti restituiscono un po’ di coraggio. Le immagini di Kim Köster, preziose se pur claustrofobiche, sono vecchie, polverose, arrugginite; graffiti sui muri si animano e vibrano sfiorandoli col mouse, strane apparizioni fanno capoline dalle porte fatiscenti, e nei pertugi buii…Un’esperienza molto, molto particolare, vi assicuro.

99rooms04

Contrariamente ai punta e clicca tradizionali, qui meno si clicca e meglio è, nel senso che lo scopo non è tanto arrivare alla fine dell’opera quando contemplare ogni singola scena. Il più delle volte infatti, basta toccare un interruttore, o un oggetto del tutto scollegato alla logica della storia (che comunque non c’é) per cambiare stanza, e andando di fretta si perdono tante particolari animazioni, insieme all’atmosfera dell’ambientazione.

99rooms05

Il progetto è confezionato dal designer Richard Schumann e trasportato in flash da Stephan Schulz e dal suo esordio nel 2004 più di due milioni di persone hanno esplorato questo unico esempio di arte multimediale, al punto che il sito ufficiale, per sovvenzionare futuri progetti, offre adesso anche un poster ed una versione speciale in cd rom con nuove stanze, un salvalschermo esclusivo e alcune opere inedite di Kim Köster.

Gioca a (o meglio dire esplora ) 99Rooms »

Il sito del progetto:
http://www.99rooms.com

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Roxik’s toy
La Roxik è un’agenzia grafica specializzata in flash. Questo suo primo “giocattolo” non è un vero e proprio gioco ma è diventato uno dei miei scacciapensieri preferito (sopratutto quando sono di pessimo umore). In pratica, il divertimento consiste nell’acchiappare col mouse gli oggetti e le figurine umane e sbatacchiarle selvaggiamente da una parte all’altra dello schermo, godendo senza ritegno nel vederle sgambettare come marionette. Utilità prossima allo zero, chiaramente, ma rilassante al pari di quelle palline di silicone molliccio che puoi strizzare a sangue nei momenti di tensione.

capture_256

Gioca a Roxik »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

3wish collection
Questi minuscole, adorabili creazioni della 3wish.com, vanno giocate una dopo l’altra senza necessariamente seguire un ordine preciso. Ogni mini-game infatti è una singola stanza a se stante e mano mano che i programmatori inventano nuove labirintiche ambientazioni, le aggiungono alla collezione.

capture_277
Dal gioco “NO.5, part 1”

Questo da una parte è un po’ un peccato, perché sarebbe bello poter viaggiare da una stanza all’altra senza ogni volta dover passare ad un nuovo capitolo, ma il lato positivo è che non bisogna aspettare epoche per divertirsi con una nuova ambientazione.

capture_282
Da “Mr.Zhong, part 1”

Il link in basso vi farà accedere ad una pagina dove tutti i giochi sono raccolti. Per scegliere le diverse storie, fate click sulle icone in alto. Aprendo la nuova pagina, troverete tutti i capitoli che compongono le varie avventure ed un simpatico antefatto animato (story preceding circumstances).
Non scrivo le soluzioni in parte perché i giochi sono abbastanza fattibili ma sopratutto perché, in questo caso, trattandosi di singole, piccole ambientazioni, spiegare il walkthrough toglie veramente tutto il divertimento. Un aiutino: ricordate che si può anche cliccare su se stessi…

Gioca qui a 3wish collection »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Bowja the Ninja
Guidate il piccolo, eroico ninja Bowja nel suo viaggio per salvare l’umanità. Gli scenari sono veramente belli  e giocare è un vero piacere per gli occhi e per la mente. Molto, molto rilassante (e divertente).

bowja01

Gioca a Bowja the Ninja – Factory Island »
Wakthrough e soluzione qui »

Gioca a Bowja the Ninja 2 – Bigman’s Compound »
Wakthrough e soluzione: scendete fino al commento n.14 »

Gioca a Bowja the Ninja 3 – Ninja Kami »
*Walkthrough e soluzione* (video) »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Get the glass *Attenzione: è utile capire l’inglese per giocare*
Questo gioco dalla grafica mozzafiato è stato realizzato dallo studio svedese North Kingdom per la campagna pubblicitaria della California Milk Processor Board intitolata “Got milk?”. L’idea -vincente- alla base del progetto è quella di utilizzare la tecnologia 3D per creare un virtuale gioco da tavolo. In effetti l’illusione è totale: io, avendo da bambina trascorso ore e ore a giocare con gli amici tirando dadi e muovendo segnalini colorati su una plancia di cartone, sono andata a dir poco in brodo di giuggiole vedendo il risultato finale. Unico lato negativo: il gioco, a tratti, è veramente difficile; preparatevi ad essere spediti ripetutamente al carcere di Milkatraz!

Capture_721

Gioca a Get the glass »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Pencil Rebel
Un elfo, il dottor Esculap, ha inventato un siero capace di ingrandire le proprie dimensioni. Insieme al suo amico Bert, è fuggito da Elfland rifugiandosi nel mondo degli umani ma il re degli elfi, servendosi delle ultime gocce della pozione, ha inviato degli agenti segreti sulle loro tracce per impadronirsi della formula. Il dottor Esculap è stato alla fine catturato e Bert è l’unico che possa liberare l’amico. La grafica è deliziosamente naïf, in cartoncino ritagliato e dipinto, ed i rompicapo sono veramente piacevoli da giocare.

Pencil_rebel

Gioca a Pencil Rebel »*
Walkthrough e soluzione* (video) »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Physicsgames
Di solito non faccio recensioni ad interi siti perché preferisco parlare dei singoli giochi, ma ci sono delle volte che proprio non si può farne a meno. Physicsgames.net è una di queste. Si tratta un vero e proprio parco di divertimenti dedicato esclusivamente all’applicazione delle leggi della fisica come metodo di risoluzione di giochi molto divertenti (e intelligenti).

Capture_729
Jelly towers, uno spassoso gioco dove bisogna nutrire con
tremolanti gelatine alla frutta, una Hydra dalle molte teste.

Entra nel sito Physicsgames »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Pastel Games
Questo sito è in continuo aggiornamento per quanto riguarda le intriganti creazioni di Mateusz Skutnik (Submachine, The Great Escape, The Fog Fall). I point and click games presenti nel sito sono ormai talmente numerosi e talmente interessanti, che meriterebbero ognuno un articolo a parte. Decisamente da aggiungere ai “preferiti” e da visitare frequentemente.

Capture_739
Space Oddity, uno degli ultimi visionari titoli della Pastel Games

Entra nel sito Pastel Games »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

The Blue Beanie
Questo delizioso gioco di Daphne Lim, ispirato ai soliti (inarrivabili) Samorost di Amanita Design, racconta le avventure di una strana creaturina bianca alla ricerca di un uccellino azzurro che le ha rubato il cappello. Punta e clicca facile facile, lo scopo di The Blue Beanie non è quello di mettere in difficoltà il giocatore bensì di regalare un attimo di poesia nella vita frenetica di tutti i giorni. Il gioco funziona (anzi, direi di più, affascina) complici le ambientazioni quasi prevalentemente arboricole e le rarefatte atmosfere musicali made in Mark Holdaway.

Capture_824

Gioca a The Blue Beanie»
*Walkthrough e soluzione* (video) »

Il sito ufficiale di Daphne Lim
http://daphnelim87.110mb.com/

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Hanamushi.under.jp
In questo sito/portfolio di Akira Noyama è possibile non solo ammirare le bellissime (e particolarissime) illustrazioni dell’artista ma anche divertirsi con dei minuscoli giochi punta e clicca che definire surreali è dire poco… Grafica superlativa, atmosfera un tantino lugubre ma poetica, logica di gioco intrigante.

Capture_825

Gioca a Wheat Straw Girl»
*Walkthrough e soluzione* qui »

Capture_826

Gioca a Pocku’s Friend»
*Walkthrough e soluzione* (video) »

La homepage del sito:
http://hanamushi.jp/

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

GrowCube
Questo è un giochino veramente strano. L’impresa sembra semplice, colonizzare un bizzarro planetoide cubico utilizzando varie risorse per favorire lo sviluppo tecnologico di una tribù di ominidi. Il problema sta nell’inserire nel giusto ordine queste risorse affinché non vadano sprecate, penalizzando il punteggio finale. Più che bizzarro, quasi incomprensibile; resta comunque -per qualche misteriosa ragione, tra cui indubbiamente la grafica minimalista- un giochino irresistibile!

Capture_827

Gioca a GrowCube»

La homepage di EyezMaze con altri giochi
http://www.eyezmaze.com/

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Being One *conoscenza dell’inglese non indispensabile ma utile*
Risvegliandovi immersi in una soluzione verdastra e uscendo da quella che sembra una capsula di contenimento, vi troverete bloccati in un laboratorio dove vengono portati avanti esperimenti su misteriose forme di vita aliena. Il gioco è tutto sommato semplice e gli schemi piuttosto brevi, ma la bella grafica e i piccoli puzzle che si devono risolvere per guadagnare l’uscita rendono piacevolissima l’esperienza ludica.

Capture_828

Gioca a Being One episodio 1»

Gioca a Being One episodio 2»

Gioca a Being One episodio 3»

*Walkthrough e soluzioni*
Si trovano all’interno della finestra di gioco, in basso a destra.

Sito ufficiale
http://www.lunchtimekillers.com/beingone/index.html

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Seascape
Questo gioco è molto rilassante (mine da disinnescare a parte). Siete un subacqueo e il vostro compito è esplorare varie parti dell’arcipelago in cerca di tesori e di soggetti interessanti (e redditizi) da fotografare. Avete a disposizione una serie di strumenti (macchina fotografica, coltello, fiamma ossidrica, torcia elettrica ecc.) che vi aiuteranno a guadagnare denaro, oltre che a rendere più movimentata la vostra immersione. Per accedere ai vari livelli (e di conseguenza alle diverse zone marittime) bisogna realizzare gli intenti delle varie missioni visualizzabili man mano premendo la “i” in alto a destra nello schermo di gioco.

Capture_829

Gioca a Seascape»
*Walkthrough e soluzione* qui »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Stone Age Sam
Guida il troglodita Sam (haaaarrrr!) alla conquista del pianeta fabbricando attrezzi primitivi, cacciando, pescando e sopravvivendo agli attacchi di lupi, orsi e tigri dai denti a sciabola (e manesche fidanzate). Inizialmente sembra un giochino punta e clicca come tanti altri ma l’ironia della storia e le difficoltà crescenti -anche se mai insuperabili- vi terranno impegnati per buona parte della pausa pranzo. Estraniante e divertente, con un delizioso tocco macabro come ciliegina sulla torta.

Gioca a Stone Age Sam »
*Walkthrough e soluzione* (video) »

Gioca a Stone Age Sam 2: The Ice Age »
*Walkthrough e soluzione* (video) »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Retardo and the iron golem
Dalla “matita” vivace di Pencilkids (Bowja the Ninja) il primo episodio della sua nuova serie fantasy. Disegni e animazioni sono deliziosi come sempre (e ricordano vagamente leillustrazioni del nostro grande Emanuele Luzzati») e questa volta l’autore si è divertito a calcare un po’ la mano sullo stile splatter con deliranti risultati -impalamenti e infilzamenti, anche multipli!- per la gioia di grandi e piccini. Preparatevi anche a morire parecchio, molto più frequentemente del già cagionevole di salute Bowja the Ninja; nessuna paura, comunque, l’eventuale morte vi riporterà a inizio schema, non a inizio gioco.

Gioca a Retardo and the iron golem »
*Walkthrough e soluzione* (video) »

La pagina di Pencilkids:
http://www.pencilkids.com/

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Loondon
Ispirato nella grafica e nelle musiche ai capolavori della Amanita Design, questa triste fiaba noir racconta la storia di un gigante che abbandona il circo dove ha trovato rifugio per intraprendere un viaggio alla volta della misteriosa “città divina di Loondon” convinto che la sua deformità, laggiù, verrà tollerata. Il gioco non è difficile e le illustrazioni e l’atmosfera sono superlative. Schermate scritte in inglese spiegano la storia ma non è indispensabile capirle per finire il gioco.

Gioca a Loondon »
*Walkthrough e soluzione* (video) »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Qui è raccolta una breve lista di siti dove trovare altri punta e clicca giocabili online:

Casual Gameplay »

FreeGamesNews »

LazyLaces »

RoundGames »

FreeWebArcade »

Gamerhood »

Flash Game.it (in italiano) »

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Commenti disabilitati su Peace games collection